Il Magazine del Centro Breggia

Sette domande ad Angela Donelli per conoscere meglio BanniBoo.

Ciao a tutti,

di seguito un'intervista all'autrice delle avventure di Banniboo.

Angela Donelli nasce a Locarno nel 1978. Terminati gli studi di giurisprudenza, nel 2005 ottiene il brevetto di avvocato. Dopo la nascita dei figli, abbandona il mondo legale per dedicarsi alla famiglia e alla sua passione, la scrittura. È in quel periodo che nasce l’idea di creare il personaggio BanniBoo, prendendo spunto dagli innumerevoli pasticci che il suo nuovo cagnolino combina in casa. Vive a Lugano con suo marito, i due figli e il loro inseparabile cagnolino. 

1) Come sei arrivata a scrivere un libro?

È una cosa nata in maniera molto spontanea. Fin dal primo giorno che BanniBoo è entrato a far parte della nostra famiglia, ha combinato talmente tanti pasticci che mi è venuta spontanea l’idea di scrivere una serie di storie di piccola vita quotidiana che gli accadevano intorno. Poi, pezzo dopo pezzo, amico dopo amico, l’idea è stata quella di renderlo un personaggio illustrato e condividerlo con il pubblico.


 

2) Ti sei ispirata a qualcuno per creare i personaggi?

La storia di BanniBoo racconta cosa succede quando da una storia reale nasce un personaggio di fantasia. A dire il vero tutti i protagonisti del libro sono ispirati a persone e animali che esistono realmente. BanniBoo è il nostro cagnolino, un piccolo norfolkterrier che ovviamente è un gran pasticcione, giocherellone che ama stare in mezzo ai bambini, curioso di scoprire il mondo e che ama incondizionatamente la sua famiglia a due zampe. LittleOne, la sua sorellina, è nostra figlia che praticamente è cresciuta con lui. Mummy e Daddy siamo noi genitori, che come avviene in realtà non facciamo altro che constatare le birichinate di BanniBoo e LittleOne. Ogni storia, anche se romanzata, trae origine da episodi accaduti realmente, infatti spesso dopo l’ennesimo pasticcio invece di arrabbiarmi con loro li abbraccio perché mi hanno dato l’ispirazione per scrivere un nuovo capitolo.


 

3) Coma hai scelto il nome del tuo protagonista? 

Grazie al contributo di mia figlia. Quando lo abbiamo preso lo abbiamo chiamato Banni. Mia figlia invece, non sapendo ancora parlare, continuava a chiamarlo Boo Boo, per cui alla fine abbiamo deciso di dargli il nome BanniBoo.


4) É stato difficile trovare le giuste illustrazioni da abbinare alle tue storie?

È stato molto difficile, tanto è vero che ho iniziato a scrivere le storie già alcuni anni fa, ma solo nel 2016 ho avuto la fortuna di incontrare Alice Carcano, l’illustratrice, che fin da subito è riuscita a caratterizzare il personaggio di BanniBoo. Oltre ad essere una artista di grande talento, le piacciono molto sia i bambini che i cani. E il risultato si vede. È riuscita fin da subito a dare una vera anima al personaggio.

(Alice Carcano nasce a Varese nel 1995. Fin da bambina la sua passione più grande è il disegno, e negli anni la coltiva fino a farne una professione.
Il mondo dell'infanzia e dei più piccoli la incuriosisce da sempre e l'incontro con Angela la porta a realizzare uno dei suoi sogni: illustrare libri per bambini. Vive e lavora a Varese come grafica e illustratrice.)

5) Come funziona il rapporto fra te e l’illustratrice? Tu le fai vedere i testi e lei sceglie quali episodi illustrare o altro?

È un rapporto molto spontaneo. Dopo aver scritto le storie le mostro ad Alice e lei inizia a fare le illustrazioni. Senza tante parole la maggior parte delle volte sceglie esattamente gli episodi che mi sono immaginata di illustrare scrivendo la storia.

6) Di queste esperienze cosa ti piace di più e invece cosa cambieresti?

Bella domanda. È sicuramente una esperienza che richiede molta energia e dedizione, ma da tante soddisfazioni. Il banco di prova lo abbiamo durante le presentazioni, quando vediamo la reazione dei bambini. Cerchiamo sempre di rendere l’incontro interattivo, coinvolgendoli nelle storie e avvicinandoli al personaggio. Quando vedo il loro sguardo rapito mentre racconto le storie, e mi trovo davanti ad una marea di manine alzate pronte a rispondere alle nostre domande, sono completamente ripagata e non cambierei nulla.

 

7) I tuoi progetti per il futuro?

Ti anticipo solo che  il nostro secondo figlio non è ancora stato menzionato nei primi due libri, e continua a chiedermi quando sarà il suo turno. Sicuramente non potrò deluderlo! 
Il nostro sogno nel cassetto è sicuramente quello di far conoscere BanniBoo a sempre più bambini anche al di fuori del Ticino.

Sabato 13 gennaio 2018, ore 15.00 presso il Centro Breggia avremo il piacere di ospitare sia Angela che Alice per una lettura di alcune avventure di BanniBoo. Vi Aspettiamo numerosi e non mancate di curiosare anche nel sito dedicato al simpatico cagnolino: http://banniboo.com/it/home/

Elena

 


Centro Breggia Balerna

Leggi anche...

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

<< Tutti gli articoli

Come raggiungerci

Ubicazione geografica Centro Breggia Balerna

Orari

LUN-MAR-MER-VEN-SAB: 8:30-19:00

GIO: 8:30-21:00

DOMENICA: CHIUSO

Photo Gallery

Galleria di immagini del Centro Breggia Balerna